Appuntamenti

25 novembre, murales d’artista contro la violenza sulle donne

Questo post è stato originariamente pubblicato su Pinguino Mag
 
Ieri ho sofferto il dolore
Ieri ho sofferto il dolore,
non sapevo che avesse una faccia sanguigna,
le labbra di metallo dure,
una mancanza netta d’orizzonti.
Il dolore è senza domani,
è un muso di cavallo che blocca
i garretti possenti,
ma ieri sono caduta in basso,
le mie labbra si sono chiuse
e lo spavento è entrato nel mio petto
con un sibilo fondo
e le fontane hanno cessato di fiorire,
la loro tenera acqua
era soltanto un mare di dolore
in cui naufragavo dormendo,
ma anche allora avevo paura
degli angeli eterni.
Ma se sono così dolci e costanti,
perché l’immobilità mi fa terrore?

 

(Alda Merini, da “La terra santa”)

In alcune cittadine e paesi del territorio dove vivo, il basso Lazio, si materializzano a sorpresa muri colorati che raccontano storie, sentimenti, emozioni. La facciata di una casa, di un magazzino, di una scuola diventano squarci di arte che inducono alla sospensione dal quotidiano, alla contemplazione, alla riflessione. Fuga dalla realtà o immersione in essa, in una consapevolezza più profonda, liberatoria anche se a volte dolorosa.

Memorie Urbane

Il festival Memorie Urbane, ideato da Davide Rossillo, presidente dell’associazione Turismo Creativo, ormai da qualche anno porta la street art di qualità a interagire con un contesto ricco di storia, di cultura e di bellezze paesaggistiche ma spesso immemore e trasandato. Il recupero della memoria del territorio passa attraverso la contaminazione balsamica dell’arte “urbana” e contemporanea portata nelle cittadine e nei paesi da artisti italiani ed internazionali.

memorie urbane

25 novembre, Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne

Accanto a questa iniziativa, perseguendo ancora una volta l’obbiettivo di “fare aprire gli occhi” – letteralmente e figurativamente – a chi si imbatte nei murales, Davide e i suoi collaboratori da un paio d’anni invitano per il 25 novembreGiornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne indetta dall’ONU – un artista a creare opere dedicate alla sensibilizzazione sul tema della violenza sulle donne.
Nel 2012 Alice Pasquini è stata artefice di un opera “distribuita” all’interno della città di Terracina: una decina di cabine ENEL dislocate in varie aree sensibili della città sono state dipinte dall’artista con personaggi femminili e con il tag del #25Novembre.

Nel 2013, insieme alle amministrazioni di Formia e Terracina, l’artista invitata, Hyuro, (Argentina/Spagna), ha realizzato due muri molto centrali delle città che sono diventati due interventi di riqualificazione e di sensibilizzazione alla tematica di questa giornata.

25 novembre

Frederico Draw, 2014

Per quest’anno l’artista ospite è il portoghese Frederico Draw che

realizzerà 5 interventi tra il 17 e il 28 Novembre in 5 differenti città che hanno aderito al progetto. L’intervento coordinato vedrà sguardi e volti di donna apparire in 5 punti di passaggio delle città coinvolte, con il tag #25novembre. La scelta dell’artista portoghese e’ stata dettata dalla forza realistica degli sguardi e per la forte espressività. Volti che lasceranno un segno molto forte a chi passeggiando incontrerà questi sguardi

 

25 novembre Draw

Per auto-finanziare l’iniziativa si è attivata una campagna di crowfunding: nel nuovo e-shop Street Art Place aperto da Memorie Urbane è possibile acquistare delle serigrafie realizzate per l’occasione da Frederico Draw, in edizione limitata e numerata (sono in esaurimento, affrettatevi se volete acquistarle e contribuire al progetto!)

Frederico Draw firma una sua serigrafia
Frederico Draw firma una sua serigrafia

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. Required fields are marked *