Appunti

Taccuino digitale #3 – Il giornalismo “machine-generated” della BBC e l’AI prossima ventura

Giornalismo “machine-generated” in grande scala alla BBC

Per la copertura delle elezioni britanniche la BBC si è avvalsa di un sistema di giornalismo “automatizzato” che è stato in grado di redarre, a partire dai risultati, quasi 700 articoli (in inglese e gallese), uno per per ognuna delle circoscrizioni elettorali del Regno Unito.

Fonte: bbc.com

 

Oltre il deep learning

Alla conferenza sull’Intelligenza Artificiale di Vancuver NeurIPS 13.000 esperti hanno fatto il punto della situazione.

Il deep learning si è dimostrato estremamente efficace su alcune categorie di problemi, ma ha bisogno di grandi quantità di dati per l’addestramento (e comunque compie ancora errori banali). Per progredire occorre studiare più a fondo le radici biologiche dell’intelligenza. Un altro approccio promettente è quello del “metalearning” ovvero “un settore emergente interessato alla creazione di algoritmi di apprendimento in grado di elaborare i propri algoritmi di apprendimento”.

Fonte: ars technica

 

Alla ricerca delle umanità digitali. Cronache di un’insurrezione

Méta-Media, il blog collettivo di France Télévisions, pubblica il suo periodico quaderno che raccoglie analisi, riflessioni e critiche del mondo digitale.

Partendo da una lunga recensione del libro “The Game” di Baricco uscito qualche tempo fa anche in Francia, gli articoli spaziano dall’etica nell’era degli algoritmi alle sfide tecnologiche e di contenuti del giornalismo e dei media (non più) tradizionali. Qui il pdf scaricabile gratuitamente.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. Required fields are marked *